La compassione è laica come il pancione di una donna





ἐσπλαγχνίσθη
in Luca 7,13
CEI     Vedendola, il Signore fu preso da grande compassione per lei e le disse: «Non piangere!».
BGT    καὶ ἰδὼν αὐτὴν ὁ κύριος ἐσπλαγχνίσθη ἐπ᾽ αὐτῇ καὶ εἶπεν αὐτῇ· μὴ κλαῖε.
VUL    quam cum vidisset Dominus misericordia motus super ea dixit illi noli flere
MGK   Καὶ ἰδὼν αὐτὴν ὁ Κύριος, ἐσπλαγχνίσθη δί αὐτὴν καὶ εἶπε πρὸς αὐτήν· Μὴ κλαῖε

DLZ    וְכִרְאוֹת אֹתָהּ הָאָדוֹן נִכְמְרוּ רַחֲמָיו עָלֶיהָ וַיֹּאמֶר לָהּ אַל־תִּבְכִּי׃ (leggi: wĕkirʾôt ʾōtāh hāʾādôn nikmĕrû raḥămāyw ʿālêhā wayyōʾmer lāh ʾal-tibkî)
cfr. in DLZ רַחֲמָיו in Mt 9,36 (“Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore.”); Lc 1,54 (“Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia”); Rm 15,9 (“le genti invece glorificano Dio per la sua misericordia, come sta scritto”); 1 Pt 1,3; 1 Gv 3,17 (“Ma se uno ha ricchezze di questo mondo e, vedendo il suo fratello in necessità, gli chiude il proprio cuore, come rimane in lui l'amore di Dio?”)

ἐσπλαγχνίσθη
è l’indicativo aoristo passivo di 3a persona singolare di σπλαγχνίζομαι
In questa forma è presente, solo nel Nuovo Testamento, in:

Mt 9:36: Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore.

Mt 14,14: Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, sentì compassione per loro e guarì i loro malati.

Mc 6,34: Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

Lc 7,13: Vedendola, il Signore fu preso da grande compassione per lei e le disse: «Non piangere!».

Lc 10,33: Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto, vide e ne ebbe compassione.

Lc 15,20: Si alzò e tornò da suo padre. Quando era ancora lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.

Il verbo greco non ha equivalenti verbi ebraici perché è usato solo una volta nell’AT (LXX), in 2 Mac 6,8 (“Su istigazione dei cittadini di Tolemàide, fu poi emanato un decreto per le vicine città ellenistiche, perché anch'esse seguissero le stesse disposizioni contro i Giudei, li costringessero a mangiare le carni dei sacrifici”); per il resto è nel NT: Mt 9,36; 14,14; 15,32 (“Allora Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: «Sento compassione per la folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni, perché non vengano meno lungo il cammino».”); 18,27; 20,34; Mc 1,41 (“Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!».”); 6,34; 8,2; 9,22; Lc 7,13; 10,33; 15,20.

a.p.c.

Commenti

Post popolari in questo blog

VADEMECUM ALBERIONE

L'ira o sdegno di Dio è la giustizia punitiva contro chi non perdona

la vocazione apostolica di Paolo - raccogliere le nazioni in Cristo soltanto